Blog

Home / Agevolazioni e contributi pubblici  / Bando SIAVS: Regione Lombardia supporta le startup innovative a vocazione sociale

La Legge 221/2012 ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano la nozione di startup innovativa. All’interno di tale categoria, un caso particolare è rappresentato dalle startup innovative a vocazione sociale (SIAVS). Esse devono possedere gli stessi requisiti posti in capo alle altre startup innovative, ma operano in alcuni settori specifici che il Decreto Legislativo 155/2006 considera di particolare valore sociale.

Regione Lombardia, in collaborazione con Unioncamere, ha appena pubblicato un bando molto atteso, con cui il sistema lombardo si colloca all’avanguardia nel supporto a questa particolare tipologia di innovazione sociale. Il bando intende infatti sostenere la realizzazione di progetti che presentino innovazione di servizi, processi e metodi ideati per risolvere in modo efficace un problema della comunità di riferimento, con l’obiettivo di interessare la popolazione locale, mobilitare risorse, attirare investimenti e stimolare soluzioni “scalabili”.

I beneficiari possono essere startup innovative a vocazione sociale già costituite e aspiranti imprenditori, ossia persone fisiche che provvedano ad attivare una SIAVS nel termine di 90 giorni a partire dalla data del provvedimento di concessione. Tali realtà dovranno operare in uno dei seguenti ambiti:

  • Assistenza sociale o sanitaria;
  • Educazione, istruzione e formazione;
  • Tutela dell’ambiente e ecosistema;
  • Valorizzazione del patrimonio culturale;
  • Turismo sociale;
  • Formazione universitaria e post universitaria;
  • Ricerca ed erogazione di servizi culturali;
  • Formazione extra-scolastica al fine di evitare la dispersione scolastica;
  • Servizi strumentali alle imprese sociali.

Le domande possono essere presentate dal 4 settembre 2017; il contributo regionale è a fondo perduto e può arrivare ad un massimo di 100.000 euro per ogni iniziativa.

No Comments
Post a Comment