Blog

Home / Finance  / Finanza alternativa: dall’osservatorio del Politecnico un quadro della situazione italiana

L’Osservatorio Entrepreneurship & Finance del Politecnico di Milano ha recentemente pubblicato un interessante quaderno di ricerca sul tema della finanza alternativa per le PMI nel nostro Paese, che mette in evidenza alcune peculiarità dello scenario italiano rispetto ai canali di finanziamento alternativi al sistema bancario.

Secondo i dati riportati dallo studio, nell’Unione Europea in media il 68% delle PMI si dichiara ottimista rispetto alla possibilità di approcciare con un successo un istituto bancario al fine di ottenere le risorse necessarie alla propria attività. Questa percentuale sale al 74% in Francia e al 75% in Germania ma si riduce significativamente in Italia, dove è pari solo al 58% del campione intervistato.

Inoltre, in Europa il 23% delle PMI ritiene di poter interloquire con successo con investitori in equity; in Francia e Germania le percentuali sono rispettivamente pari al 18% e al 29%, mentre in Italia si riducono al 9%, a testimonianza del fatto che il rapporto delle nostre PMI con i sistemi di crowdfunding, venture capital e private equity è ancora in gran parte da costruire.

Il nostro scenario produttivo conferma del resto una forte vocazione al finanziamento bancario e una bassa propensione alla diversificazione del mix finanziario: in Italia infatti il 73% delle PMI ritiene che le banche siano il partner ideale per supportare i progetti di crescita futura, a fronte di una media UE pari al 64%.

La prospettiva di sviluppo della finanza alternativa nel nostro Paese appare dunque sfidante:  lo sforzo di tutti gli operatori deve essere diretto anzitutto ad incrementare la conoscenza delle caratteristiche e delle potenzialità dei molteplici strumenti finanziari a sostegno dell’attività aziendale, in modo da aprire alle nostre imprese l’accesso a importanti leve di crescita capaci di sostenerne sviluppo e competitività.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.