Contatti

Scrivici alla mail
info@conlabora.com
oppure compila il
form sottostante


CONLABORA - Home Page

CONLABORA
Via Santa Elisabetta 5
24121 Bergamo
P.IVA - C.F. 04029080167

NEWS

Scopri le ultime novità in tema di Finanza alternativa
Economia Circolare

Bando per l’innovazione delle filiere di economia circolare in Lombardia – Edizione 2021

12 Aprile 2021 - Finanza alternativa


 

Con D.g.r. 7 aprile 2021 - n. XI/4536 sono stati resi pubblici i criteri attuativi del bando di Regione Lombardia che supporterà la transizione verso l’economia circolare, quale modello di sviluppo per i sistemi produttivi e per la gestione dei flussi di materia - a partire dal prolungamento del ciclo di vita dei prodotti - favorendo lo sviluppo di innovazioni da parte delle MPMI lombarde nel campo della green economy.

In particolare, l’iniziativa è finalizzata a promuovere e riqualificare le filiere lombarde, la loro innovazione e il riposizionamento competitivo di interi comparti rispetto ai mercati in ottica di economia circolare, rendendo possibile la simbiosi industriale, anche ai fini della ripresa economica post Covid 19, attraverso il sostegno a:

1. Progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini e la riduzione della produzione di rifiuti;

2. Eco-design: progetti che tengano conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia Life Cycle Thinking;

3. Progetti di cui ai punti 1 e 2 che intendano fornire una risposta alle nuove esigenze economiche, sanitarie e sociali, in particolare soluzioni riguardanti la prototipazione o lo sviluppo di nuovi materiali, dispositivi e/o componenti in ambito medicale o per la sicurezza sul lavoro.

Possono partecipare al bando le MPMI (secondo la definizione di cui all’Allegato I del Regolamento UE 651/2014 del 17 giugno 2014) aventi sede operativa in Lombardia al momento dell’erogazione, in forma singola o in aggregazione composta da almeno 3 imprese rappresentanti la filiera.  

Il contributo è assegnato a ogni singola impresa partecipante in funzione delle spese presentate, con un investimento minimo previsto pari a € 40.000,00 per progetto e un importo massimo concedibile pari a € 120.000,00 per progetto.

In caso di aggregazione, il contributo è assegnato alle singole imprese che la compongono, in funzione dei rispettivi impegni di spesa dichiarati nel modulo di domanda.

L’intensità dell’agevolazione è pari al 40% dei costi ammissibili.

Gli ambiti di intervento agevolabili sono i seguenti:

- innovazione di prodotto e processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse, utilizzo di sottoprodotti in cicli produttivi, riduzione produzione rifiuti e riutilizzo di beni e materiali;

- innovazioni di processo o di prodotto per quanto riguarda la produzione e l’utilizzo di prodotti da recupero di rifiuti;

- attività di preparazione per il riutilizzo;

- progettazione e sperimentazione di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento della filiera;

- sperimentazione e applicazione di strumenti per l’incremento della durata di vita dei prodotti ed il miglioramento del loro riutilizzo e della loro riciclabilità (Eco-design);

- implementazione di strumenti e metodologie per l’uso razionale delle risorse naturali;

- riconversione della produzione finalizzata alla realizzazione di nuovi materiali, prototipi, sviluppo di dispositivi e/o componenti anche in ambito medicale o per la sicurezza sul lavoro.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa, al netto dell’IVA:

a) Consulenza (collaborazione con enti di Ricerca, servizi specialistici per lo sviluppo di prototipi, check up tecnologici, definizione di strategie commerciali ecc.);

b) Investimenti in attrezzature tecnologiche (acquisto e/o leasing) e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;

c) Assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni ambientali di processo e di prodotto (es. ISO 14001, EMAS, ECOLABEL, EPD, LCA ecc.);

d) Assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni tecniche e di eventuale registrazione REACH;

e) Servizi per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto;

f) Tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto;

g) Materiali e forniture strumentali alla realizzazione del progetto (inclusi prototipi);

h) Spese per la tutela della proprietà industriale;

i) Spese del personale dell’azienda, solo se espressamente dedicato al progetto, fino ad un massimo del 10% della somma delle voci di spesa da a) a g).

Nell’ambito del progetto, la somma delle spese in conto capitale (b, d, f, g, h) non può essere inferiore al 40% del totale delle spese ammissibili. Saranno riconosciute le spese sostenute a partire dalla data del 12.04.2021.

Le domanda possono essere presentate dal 3 maggio 2021 al 15 luglio 2021.

CONLABORA SRL
Sede legale in Largo Adua 1 - 24128 Bergamo
CF e P.IVA: 04029080167 | Rea: BG-429429
Pec: conlaborasrl@pec.it
Privacy Policy   |   Credits
© Conlabora 2021
CONLABORA