Contatti

Scrivici alla mail
info@conlabora.com
oppure compila il
form sottostante


CONLABORA - Home Page

CONLABORA
Via Santa Elisabetta 5
24121 Bergamo
P.IVA - C.F. 04029080167

NEWS

Scopri le ultime novità in tema di Finanza alternativa
Horizon Europe

Horizon Europe: facciamo il punto su cosa ci attende nel settennio 2021-2027 in tema di fondi UE all’innovazione, startup e PMI

24 Maggio 2019 - Finanza alternativa


 

Con le elezioni europee alle porte, ci sembra opportuno provare a riassumere le principali novità dei futuri programmi riservati all’innovazione, le cui direttrici operative saranno definite nell’iter delle consultazioni istituzionali previste nei prossimi mesi che porteranno al testo definitivo nel 2020. In questo articolo illustriamo alcuni dei punti chiave della nuova programmazione, il cui schema, approvato ad aprile 2019, delinea già le principali novità che ci attendono.

Horizon Europe sarà lo strumento per il finanziamento della ricerca e innovazione in Europa per il periodo 2021-2027 che sostituirà l’attuale Horizon 2020. Con un budget di circa 100 miliardi di Euro, il IX programma quadro manterrà l’impostazione su 3 pilastri, che saranno tuttavia fortemente rinnovati come segue: da “scienza eccellente” a Open science; da “leadership industriale” a Sfide globali e competitività industriale; da “Sfide per la società” a Open innovation.

Al di là dei titoli (e mantenendo sostanzialmente invariate le modalità di promozione per quanto riguarda la promozione della Ricerca e dell’eccellenza scientifica attraverso lo European Research Council (ERC) e l’azione Marie Skłodowska-Curie), Horizon Europe contiene almeno 5 novità principali che avranno un forte impatto sulla comunità degli innovatori:

  1. Istituzione dell’European Innovation Council:un Consiglio europeo dell’innovazione (EIC) formato dagli esperti dei Paesi aderenti (tra imprenditori, accademici, formatori, istituzioni) per attivare iniziative capaci di valorizzare e sostenere le più promettenti innovazioni tecnologiche ad alto potenziale nonché di rivoluzionare il sostegno alle aziende e alle startup (vedasi articolo “Bye Bye Sme instrument”).
  2. Nuove missioni incentrate sulle sfide per la società e la competitività industriale: nuovi obiettivi focalizzati su tematiche più vicine all’ecosistema socio-economico: in questo senso, il digitale, avrà finalmente uno spazio dedicato come settore industriale e non sarà considerato solo come fattore tecnologico abilitante (vedasi articolo Digital europe).
  3. Sfruttamento dell’innovazione potenziale degli Stati Membri: sarà raddoppiato il sostegno fornito agli Stati membri in ritardo con gli sforzi per mettere a frutto il loro potenziale nazionale di R&I. Inoltre, grazie a nuove sinergie con i Fondi strutturali e di coesione sarà più facile coordinare e combinare i finanziamenti, anche e soprattutto da un punto di vista burocratico e amministrativo.
  4. Approccio “Open”: sono previste azioni specifiche per l’attivazione e il rafforzamento delle logiche collaborative tra gli attori dell’innovazione: accademia, industria e startup. Sono previste azioni di capacity building sul fronte dei processi di trasformazione digitale delle aziende e di innovation management, anche per il tramite di facilitatori (incubatori, TTO e advisor).
  5. Nuove partnership e programmi trasversali: una nuova generazione di partenariati europei e una maggiore collaborazione con gli altri programmi diretti: Horizon Europe consoliderà le sperimentazioni sui nuovi partenariati (Joint Undertakings, PPP e coinvolgimento della società civile) e introdurrà nuovi meccanismi efficaci di trasversalità con altri programmi, consolidati o nuovi come Europa Digitale (DEP).
CONLABORA SRL
Sede legale in Largo Adua 1 - 24128 Bergamo
CF e P.IVA: 04029080167 | Rea: BG-429429
Pec: conlaborasrl@pec.it
Privacy Policy   |   Credits
© Conlabora 2019
CONLABORA