Contatti

Scrivici alla mail
info@conlabora.com
oppure compila il
form sottostante


CONLABORA - Home Page

CONLABORA
Via Santa Elisabetta 5
24121 Bergamo
P.IVA - C.F. 04029080167

NEWS

Scopri le ultime novità in tema di Start Up
Action Plan to Make EU the new Global Powerhouse for Startups: i 4 ambiti di azione

Action Plan to Make EU the new Global Powerhouse for Startups: i 4 ambiti di azione

04 Agosto 2021 - Start Up


 

Il Piano d’azione per rendere l’Europa la nuova potenza mondiale delle startup è un’iniziativa supportata dalle organizzazioni nazionali di startup dei 27 Paesi UE e avallata dalla Commissione Europea. L’obiettivo dichiarato è ambizioso: aumentare di 10 volte il numero di Unicorni (ovvero startup con valutazione superiore al miliardo di dollari) in Europa nei prossimi 10 anni.

Stando ai dati UE, attualmente, i 27 Paesi membri vantano più di 80.000 startup, di cui 51 unicorni. Nel 2020, gli investimenti raccolti dalle startup in Europa hanno raggiunto i 41 miliardi di dollari, 4,4 in più rispetto ai 36,6 investiti nel 2019. Durante il primo trimestre del 2021, 27 aziende innovative europee hanno ottenuto una valutazione di oltre 1 miliardo di dollari, sulla base del loro ultimo round di finanziamento. Tuttavia, solo 7 di loro sono effettivamente presenti nei Paesi dell’Unione. Nello stesso periodo, per contro, gli Stati Uniti hanno prodotto 67 nuovi unicorni.

Nel frattempo sono stati confermati i 4 punti chiave per l’attuazione del Piano d’azione:

1) Condivisione dei dati: per valutare correttamente la crescita delle startup e per rafforzare l’ecosistema UE, è necessario che vi siano definizioni comuni dei soggetti rilevanti all’interno del settore, il cui sviluppo può essere monitorato nel tempo utilizzando i dati raccolti e condivisi da ogni stato membro.

  • Azioni: definizione comune di key terms, sviluppo di un database paneuropeo che preveda misure per la raccolta dei dati e una migliore fornitura degli stessi da parte delle autorità pubbliche e delle aziende innovative.

2) Promozione del talento e del merito: un vivace ecosistema di startup necessita di un continuo accesso a nuove competenze. Pertanto è fondamentale che il merito venga promosso a prescindere da età e genere, senza discriminazioni, in modo da garantire che i fondatori di startup nell’UE siano pronti per le sfide del futuro.

  • Azioni: educazione all’imprenditorialità per bambini e ragazzi, incoraggiare gli studenti universitari ad avviare un’impresa, sostenere le imprenditrici (e le comunità di imprenditrici), promuovere la creazione di spazi creativi e garantire pari opportunità di innovazione ovunque ci si trovi.

3) Valorizzazione degli Ecosistemi: le startup sono integrate in un sistema composto da organizzazioni e attori interdipendenti che includono università, governi, finanziatori, soggetti di supporto (come incubatori, acceleratori, spazi di co-working ecc.), enti di ricerca, fornitori di servizi (ad esempio servizi legali e finanziari) e grandi aziende. È quindi di fondamentale importanza promuovere la collaborazione tra tutti questi attori, con lo scopo di creare sinergie e opportunità di reciproca crescita.

  • Azioni: adozione da parte dell’UE di una politica di public procurement favorevole alle startup, con una quota del budget dedicata a beni e servizi forniti dalle stesse (gli appalti della PA rappresentano il 18% del PIL europeo, è quindi necessario garantire che questa importante fonte di denaro venga utilizzata anche per acquistare beni e servizi da startup con sede nell’Unione), promuovere l’innovazione aperta, promuovere l’approccio “deep tech” all’imprenditorialità (ad esempio, tramite programmi spin-off), co-creare progetti-ombrello  in grado di collegare i vari attori dell’ecosistema startup per affrontare le sfide più urgenti dell’Europa e facilitare gli investimenti transfrontalieri

4) Policy making condivisa: vi è una forte esigenza di coerenza nei processi decisionali che riguardano le startup europee. Pertanto, la Commissione deve fornire agli Stati membri un supporto personalizzato per l’attuazione di politiche favorevoli alle startup.

  • Azioni: incentivi fiscali per la crescita, eliminazione delle distorsioni fiscali che favoriscono il finanziamento tramite debito rispetto alla raccolta di capitale, migliore trattamento delle stock option per i dipendenti (ESOP), implementazione di un visto per startup paneuropeo (la cosiddetta “Startup Green Card”) e risoluzione delle attuali debolezze del diritto societario in relazione a insolvenza e riavvio.

In allegato il documento completo.

CONLABORA SRL
Sede legale in Largo Adua 1 - 24128 Bergamo
CF e P.IVA: 04029080167 | Rea: BG-429429
Pec: conlaborasrl@pec.it
Privacy Policy   |   Credits
© Conlabora 2021
CONLABORA