Nuovi contributi per lo sviluppo internazionale delle PMI lombarde

Regione Lombardia ha comunicato l’avvio della nuova Linea Internazionalizzazione 21-27, che si propone l’obiettivo di promuovere l’internazionalizzazione delle PMI lombarde supportando la realizzazione di programmi di sviluppo internazionale.

Possono presentare domanda le PMI con almeno due bilanci depositati, che abbiano una sede operativa attiva in Lombardia al momento dell’erogazione dell’agevolazione. Sono escluse le imprese che svolgono attività agricole (codice ATECO sezione A), attività immobiliare (sezione L) e attività finanziarie ed assicurative (sezione K).

Il bando finanzia programmi integrati di sviluppo internazionale per avviare o potenziare la presenza nei mercati esteri attraverso lo sviluppo e il consolidamento della presenza e della capacità d’azione delle PMI.

I progetti devono prevedere spese ammissibili non inferiori a 35 mila euro e non superiori a 350 mila euro ed avere una durata non superiore a 18 mesi.

L’agevolazione copre il 100% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di euro 350.000, e si articola nelle seguenti componenti:

  • Finanziamento a tasso zero pari all’80% delle spese ammissibili, di durata compresa tra 3 e 6 anni (con periodo di preammortamento massimo di 24 mesi).
  • Contributo a fondo perduto pari al 20% delle spese ammissibili. 

Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dalle ore 10.30 del 7 febbraio 2023 e sono valutate tramite procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione e in base al punteggio ottenuto in fase di istruttoria.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Ultime news

Iscriviti